Vai menu di sezione

Mission

L’Unione di Comuni non sarà un Ente “altro” rispetto ai due Comuni, ma sarà concepita come un soggetto strumentale degli enti stessi, una sorta di loro proiezione su un territorio più vasto, da essi individuato e riconosciuto come prossimo, omogeneo, dotato di identità plurale ma unitaria.
Un ambito adeguato e sostenibile più che ottimale, luogo condiviso di riorganizzazione di apparati, di gestione associata di funzioni, di personale, di innovazione progettuale, di governo del territorio. La parola chiave dovrà essere integrazione, che non significa semplicemente mettere insieme due realtà, sommarle, ma deve voler dire aggiungere, arricchire, creare nuovo valore.

Motivazioni politiche

  • La costituzione di una Unione dei Comuni riporta il fulcro dell’attenzione sul valore del territorio, essendo testimonianza di amministrazioni comunali e di amministratori attenti e legati al proprio paese e al suo sviluppo.

    La costituzione di una Unione dei Comuni è una risposta degli Enti Locali che, con sapienza innovativa, cercano di dare il proprio contributo per uscire dalla crisi economica, sociale, istituzionale che è ormai diventato il paradigma di riferimento di questi anni.

    Gli organi politici dell’Unione non sono un ulteriore appesantimento dell’apparato o nuovi spazi/ruoli da occupare, ma il naturale evolversi e il naturale completamento del mandato di amministratore comunale. Non un peso ulteriore, ma un ulteriore impegno, gratuito, al servizio del proprio territorio.

    L’Unione è una scelta che guarda al futuro della propria comunità, non fermandosi alle esigenze immediate e prossime ma allungando lo sguardo in una prospettiva di medio e lungo termine attenta al futuro anche generazionale.

L'organizzazione

  • Il Comune è l’Ente Locale al quale per primo il cittadino si rivolge, anche in applicazione del servizio di sussidiarietà. L’istituzione dell’Unione dovrà permettere ai Comuni di potenziare questo suo ruolo, aumentando la percezione da parte del cittadino stesso della presenza dell’Ente stesso.

    Tale obiettivo verrà perseguito con il mantenimento di un ufficio (sul modello URP) nei comuni dell’Unione, che faccia da punto di riferimento e dove i cittadini potranno rivolgersi per le pratiche più ricorrenti (anagrafe, documenti, residenza, rifiuti, tributi etc. etc.).

    Accanto a questo presidio di front office, gli altri uffici / personale verranno invece associati nell’Unione in modo da massimizzare l’efficienza ed aumentare l’efficacia operativa.

Pagina pubblicata Venerdì, 27 Gennaio 2017 - Ultima modifica: Mercoledì, 01 Febbraio 2017

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto