Vai menu di sezione

Sportello unico attività produttive

Lo Sportello Unico Attività produttive è l'unico soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione dei servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazioni, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione ampliamento e trasferimento, nonché la cessazione o riattivazione delle suddette attività.

Competenze

Le principali attività svolte attraverso lo Sportello o scrivania virtuale sono:

  • ricezione e protocollazione della pratica
  • emissione automatica della ricevuta per avvio procedimento
  • comunicazione automatica delle pratiche e degli esiti al Rea e ottenimento della visura di lavoro
  • gestione del rapporto degli enti competenti 
  • richiesta di integrazioni ad impresa
  • gestione degli esiti delle pratiche

Inoltre, grazie all'applicativo, è possibile monitorare in qualsiasi momento lo stato e i tempi di evasione delle pratiche, le scadenze e la cronologia degli eventi.

Come si interagisce

Attraverso l'applicativo di sportello che consente di gestire le funzionalità di ricezione, invio e consultazione pratiche in condivisione tra la camera di commercio (con funzioni di supervisione) e il Comune (con funzioni operative). Il referente camerale e il responsabile del procedimento presso il Comune possono svolgere le operazioni necessarie per la gestione della pratica utilizzando esclusivamente l'applicativo di sportello e una casella di posta elettronica certificata (PEC).

IMPORTANTI MODIFICHE AL T.U.L.P.S.: ECCO LA SCIA PER GLI SPETTACOLI
Con il D.L. 8 agosto 2013, n. 91, con testo coordinato con la legge di conversione 7 ottobre 2013, n. 112, ha visto l'introduzione del comma 8-bis dell'articolo 7 a modifica degli articoli 68,69 e 71 del T.U.L.P.S. Pertanto è stato introdotto, nel Testo Unico la SCIA che sostituisce le licenze di pubblico spettacolo e intrattenimento quando ricorrono determinate condizioni. Di seguito riportati gli articoli del T.U.L.P.S modificati. 
Articolo 68 1. Senza licenza del Questore non si possono dare in luogo pubblico o aperto o esposto, al pubblico, accademie, feste da ballo, corse di cavalli, nè altri simili spettacoli o trattenimenti, e non si possono aprire o esercitare circoli, scuole di ballo e sale pubbliche di audizione. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo. 
Articolo 69 1. Senza licenza dell'autorità locale di pubblica sicurezza è vietato dare, anche temporaneamente, per mestiere, pubblici trattenimenti, esporre alla pubblica vista rarità, persone, animali, gabinetti ottici o altri oggetti di curiosità, ovvero dare audizioni all'aperto. Per eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti e che si svolgono entro le ore 24 del giorno di inizio, la licenza è sostituita dalla segnalazione certificata di inizio attività di cui all'articolo 19 della legge n. 241 del 1990, presentata allo sportello unico per le attività produttive o ufficio analogo. 
Articolo 71 Le licenze e le segnalazioni certificate di inizio attività, di cui negli articoli precedenti, sono valide solamente per il locale e per il tempo in esse indicati.

Requisiti del richiedente

Chi  richiede le autorizzazioni di pubblico spettacolo o presenta le SCIA  non deve avere  riportato condanne penali ostative allo svolgimento dell’attività previste dall’ art. 11 del TULPS  (requisito previsto per qualsiasi richiedente) e  non  deve essere sottoposto alle misure di prevenzione previste dalla vigente normativa antimafia (requisito previsto solo per gli operatori commerciali).                  

Documentazione da presentare

La documentazione da allegare alle richieste è analiticamente descritta in ciascuno dei moduli più sopra specificati.
Si ricorda di allegare sempre  una copia del documento di identità in corso di validità.                                                                                                                                                               

Costi e modalità di pagamento

Per il rilascio delle autorizzazioni di pubblico spettacolo è richiesta una marca da bollo da € 16,00  
Inoltre, nel caso in cui sia necessario convocare la Commissione di Pubblico spettacolo, l’organizzatore dovrà pagare l’importo di complessivi € 286,97 con le modalità che saranno comunicate al deposito dell'istanza.
                                                                                                                                                                                        Scadenze e Validità

Come previsto dall’ art. 71 del Tulps,   le licenze e le segnalazioni certificate di inizio attività sono valide solamente per il locale e per il tempo in esse indicati.
Inoltre le domande devono essere presentate almeno 60 giorni prima della manifestazione o dello spettacolo e il Servizio Manifestazioni deve concludere il procedimento entro 30 giorni dalla  presentazione delle medesime.

Riferimenti utili

Geom. Gianpaolo Romani

Orario per il pubblico

Martedì - 10.00-12.00
Giovedì - 10.00-12.00
Venerdì - 10.00-12.00
Sabato - 10.00-12.00

Telefono
0396067642
Pagina pubblicata Venerdì, 06 Luglio 2018 - Ultima modifica: Martedì, 12 Marzo 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto